Intercessione

…pregate gli uni per gli altri, affinché siate guariti; molto può la preghiera del giusto fatta con efficacia. (Giacomo 5:16)

La preghiera è strutturata per soddisfare tre tipi di richiesta e un’esigenza:
Richieste:

  1. Gli intercessori (pronto intervento): 16 persone che pregano quotidianamente per i bisogni dei fratelli e per i culti.
  2. La preghiera dei 40 giorni: 12 persone coinvolte nella preghiera e nel digiuno per 40 giorni (al digiuno è dedicata una settimana all’interno della quale, su base volontaria, i partecipanti rinunciano a uno o più cibi o pasti o parti di pasto per 7 giorni).
    L’obbiettivo per questa squadra di preghiera è la moltiplicazione, le persone per cui pregano sono estranee alla chiesa.
  3. Le rivelazioni: 15 persone che entrano nel campo dello Spirito pregando per ogni rivelazione acquisita durante i culti o dagli altri gruppi di preghiera. Quando si rende necessario vanno a pregare a casa di chi lo richiede.

Esigenze:

New entry attualmente 4 persone: Il loro obbiettivo è quello di manifestare i loro talenti e le loro attitudini per poter essere inseriti in funzione di queste/i in uno dei tre gruppi di preghiera. Il coordinatore e riferimento per ogni tipo di richiesta è la Diaconessa Monica Marchio, il suo compito è quello di ricevere e smistare, le richieste, a seconda della loro natura, di mantenere le stesse aggiornate, sentendo i richiedenti con cadenza settimanale.
Chi riceve la richiesta ha il compito di pregare per questa per 7 giorni (salvo specifiche disposizioni) senza rivelare a nessuno né il richiedente né il soggetto di preghiera.
Ogni gruppo ha un responsabile ad eccezione delle new entry che ne ha due (uno che segue gli uomini e uno che segue le donne).Tutti i gruppi pregano per i componenti della propria squadra.
filippo
Responsabile:
Anz. Filippo Grillo

Personalmente penso che indipendentemente del proprio stato di salute (fisico o spirituale), ciascuno di noi ha bisogno di una copertura di preghiera e questo genera una domanda che è la stessa proposta dall’Eterno a Isaia: “Chi manderò?”.
Chi prega spesso lo fa senza essere visto, spesso lo fa senza che nessuno lo sappia, chi prega si gratifica quando Dio risponde e si incoraggia, sviluppando pazienza, quando la risposta tarda.
Chiunque abbia amore per il prossimo può essere inserito in una squadra di preghiera (la messe è grande e pochi sono gli operai), chiunque ami per primo se stesso, può avere una richiesta di preghiera.



*
*
*


*
*
 

 

Se hai bisogno…Dio ti benedica, anche, attraverso la preghiera.
↓